Return to Website

Mosè and Maria Pia's Language and Music Forum

Welcome to our forum.

Feel free to write about anything regarding Music, or let us enjoy your poems or stories. 

Benvenuti al nostro forum.

Vi invitiamo a scrivere sulla Musica oppure sui vostri racconti o poesie.

Forum: Mosè and Maria Pia's Language and Music Forum
Start a New Topic 
   Board|Threaded
Author
Comment
Musica nella Scuola

Come è possibile che in Italia, il Paese dell’Arte per eccellenza e della Musica in particolare, non venga inclusa nelle scuole pubbliche proprio la materia della Musica (per lo meno i primi rudimenti necessari per comprendere ed interpretare la grafia delle note) cosí come si fa in tante altre nazioni (e non solo europee – guarda l’Australia!)?
Forse questa è la ragione per la quale oggi , tanto nel campo leggero come in quello classico, siamo rimasti cosí indietro con rispetto a tante altre nazioni. Nel Venezuela, ripeto Venezuela, addirittura esiste una organizzazione statale che accoglie i giovani di famiglie povere o quelli marginati senza meta e senza dimora per trasformarli, se hanno la vocazione, in musicisti risolvendo allo stesso tempo un problema sociale ed usando insegnanti e professori che provengono da tutte le parti del mondo, tale è l’esito ed il successo di questa iniziativa.
E cosí, senza analizzare l’origine della decadenza dei vari nostri festivals della canzone incluso San Remo ( dove assistiamo all’obbrobrio fonico messo in scena , la maggior parte delle volte, da strilloni senza voce e scamiciati) tiriamo avanti dormendo sugli allori perché una volta abbiamo avuto un Caruso, un Gigli, un Modugno o, uno dei pochi rimasti, Albano ma questa tragedia non si limita solo alla parte canora ma forse e soprattutto a quella che riflette la pochissima proliferazione di autori sia di musica leggera che classica come anche di strumentisti. Purtroppo, tale scempio si ripercuote a tutti i livelli e cosí assistiamo impavidi all’invecchiamento (perché non usati) o demolizione di Teatri o sale di concerto che una volta erano il nostro orgoglio. Gli studenti stranieri (specialmente asiatici ed in particolare coreani) vanno riempiendo sempre di piú le aule di quello che una volta era il Sacro Tempio dell’Insegnamento Musicale come è il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano mentre i nostri figli vanno sempre di piú brillando per la loro assenza.
Solamente seminando in terra fertile si possono raccogliere bei frutti e nella musica la terra fertile è la prima scuola.

Email