Return to Website

Mosè and Maria Pia's Language and Music Forum

Welcome to our forum.

Feel free to write about anything regarding Music, or let us enjoy your poems or stories. 

Benvenuti al nostro forum.

Vi invitiamo a scrivere sulla Musica oppure sui vostri racconti o poesie.

Forum: Mosè and Maria Pia's Language and Music Forum
Start a New Topic 
   Board|Threaded
Author
Comment
Il sogno di un concerto

Il Sogno di un Concerto

Ho ancora dentro di me il melodioso suono di un violino che ha scosso il mio intimo ed aperto pagine ingiallite del vecchio libro della mia vita e , trasportato dalle sue note, ho potuto nuovamente percepire antiche emozioni. Era il violino di mio padre, Francesco Montelli, che nel lontano 1924 fu uno dei fondatori del prestigioso Quartetto di Roma, oltre ad essere uno dei principali violinisti dell'Orchestra Sinfonica dell'EIAR. Con quel nobile legno conobbe gli allori della gloria attraverso tutto il mondo. Con quel nobile legno crebbe la nostra famiglia. Con quel nobile legno ebbimo il benestare di una vita agiata, un'educazione e, soprattutto, imparammo ad amare la sublime arte della vera musica. Aveva un suono particolare quel violino. Sembrava parlare. Sembrava soffrire. Sembrava gioire. Lo avrei potuto riconoscere tra mille. Mi dava fiducia. Mi dava calore. È ancora vivo dentro di me il ricordo di quando i quattro musici, per me Dei, si riunivano in casa per le prove ed io, estasiato, li osservavo, li udivo e li seguivo nella loro fraseologia musicale mentre un senso di conforto e di sicurezza mi invadeva.
Poi vennero i lunghi anni della guerra, del dopoguerra e la nostra partenza per le Americhe. Mio padre continuò la sua lodevole carriera lasciando un'impronta indelebile con la sua arte e la sua tecnica nell'ambiente musicale dela Repubblica Domenicana dove visse fino ai suoi ultimi giorni. Una delle sale della Voz Dominicana, una delle piú potenti Stazioni Radio dell'America Latina, porta il suo nome.
Il suo vecchio violino rimase con me, come muto testimonio di una epoca che racchiudeva la mia infanzia, la mia gioventú. Il suono delle sue corde, che ogni tanto pizzicavo, mi ritornava malinconici e grati ricordi di un lontano ieri che ravvedevo dentro la cornice di un magico sogno.
Sono passati molti anni. Tanti. La vena musicale della famiglia ha continuato con mia figlia che, come mezzosoprano, ha scelto i patrii lidi per esercitare la sua professione e da lei ancora a sua figlia, la mia quindicenne nipote Mariangela, una delle allieve violiniste del prestigioso Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.
Dalla lontana terra della Florida, dove oggi risiedo, ho seguito i loro progressi e dato calore alle loro ambizioni, mentre dentro di me percepivo che ero vicino alla realizzazione di un sogno. Oggi, grazie al delicato gesto di Beppe e del suo Concerto Di Sogni ed ai miracoli dell'incomprensibile, per me, mondo della cibernetica, il mio sogno è diventato realtá ed ho cosí potuto vedere ed udire, nel monitor di casa, l'antico legno abilmente sollecitato dai virtuosismi di mia nipote, ripresa magistralmente dallo stesso Beppe, durante il Concerto-Rassegna tenutosi al Conservatorio a principio di questo mese. Per me il Sogno di un Concerto.

Email  
Re: Il sogno di un concerto

che emozione leggere queste appassionate righe di ricordi , dalla quali traspare l'amore per il padre, evidentemente non solo freddo esecutore, insieme ai suoi amici, ma musicista vivo che trasformava note e strumento in poesia.
Sono anch'io un violinista, ben lontano dalle altezze
musicali del famoso Quartetto, ma leggendo questo appassionato ricordo, ed avendo un figlioletto di 15 anni che strimpella ad orecchio, al pensiero che un giorno, quando non ci saro' +, potra' ricordarmi solo sfiorando le corde del mio violino, mi ha fatto lacrimare di commozione!!



WWWW la musica !!! WWW L'arte!!! WWW la vita !!!

marcello

Email  
Re: Il sogno di un concerto

Marcello, so benissimo che avrai capito tutto quello che mio padre ha espresso. Tu vieni di una bellissima famiglia musicale e sei molto sensibile.
Quando leggo quello che mio padre ha raccontato mi viene un nodo in gola anche a me. Pensa che mi ricordo benissimo del mio adorato nonno il quale per me era quasi come un Dio.
Attualmente sto lavorando arduamente nella creazione di un sito dedicato a lui, e spero tanto d'essere al altezza di quello che lui meriterebbe.
abbraccio a tutti
Pia

Email   www-mariapiamontelli.mosefranco.com  
il video

da www.concertodisogni.com inserito da Beppe Andianò
che ha curato il servizio.
E' stato un concerto ad altissimo livello da parte di tutti gli studenti, Mariangela però mi ha particolarmente commosso, per la bellissima esecuzione. Oltre a tutto la ricordo bellissima e molto elegante con il suo abito nero, lungo, ma non troppo, come si addice ad una ragazza di soli 16 anni che si presenta al pubblico.

Questo è il testo di Beppe:

-Iniziamo a pubblicare qualche risultato della fantastica performance offerta oggi 1 Marzo 2003 dai giovani studenti del Conservatorio "G. Verdi" di Milano.

I primi a presentarsi sul palco virtuale di Concerto di Sogni sono Mariangela Franco (figla di Mosè e Mariapia, professionisti della voce a noi ben noti) e di Luigi Palombi (fondamentale presenza durante tutta la rassegna).

Con "Romanza Andalusa" di P. Sarasate eccovi la versione a bassa risoluzione

http://www.concertodisogni.it/video/romanza_andalusa.wmv

E quella ad alta risoluzione

http://www.concertodisogni.it/video/romanza_andalusa_hi.wmv

Gli altri video verranno mostrati mano a mano che riceveremo le autorizzazioni dai vari musicisti che si sono splendidamente esibiti.

Saluti
beppe

Beppe Andrianò

Email   www.concertodisogni.com  
Re: il video

Bravissima Mariangela,
che sicurezza, tutta la musica nella testa e poi
fluente nelle dita della mano e nell'archetto, come se fosse tua, con sentimento e gioia.
Emozionante davvero, a quando il prossimo??????
marcello

Email